Il Postpartum: la storia di Luna

Il mio mondo, PostPartum Il Postpartum: la storia di Luna
0 Commenti

Oggi voglio raccontarti la storia di una madre che ha scelto l’assistenza in puerperio (per privacy la chiamerò Luna).

Luna è una donna che ha programmato la gravidanza insieme al compagno, durante il percorso decide di partecipare al corso di preparazione al parto, proposto dall’Ospedale che ha scelto, e affronta i mesi a venire in piena serenità; intorno al 7° mese di gravidanza si imbatte in uno dei nostri post informativi e viene a conoscenza dei nostri servizi.
Decide di svolgere 5 incontri di accompagnamento alla nascita dentro i quali la metto a conoscenza delle varie tecniche di contenimento del dolore, dell’esercitazione perineale, delle diverse tecniche di respirazione, insieme tiriamo fuori le capacità innate femminili sulle quali farà affidamento, a tempo debito, e di tutto quello che serve sapere per avviare un buon allattamento al seno. Travaglia e partorisce spontaneamente nel rispetto dei tempi fisiologici; alla dimissione, nonostante attacco-posizione-seno fossero perfetti, chiede il mio aiuto nel post partum.
Al rientro a casa si rende conto che nella fase del dopo parto non serve solo sostegno al neonato ma anche alla madre! Dopo un pianto liberatorio iniziamo a ricercare gli elementi chiave facendo spazio alla chiarezza:

  • Consapevolezza del suo bisogno di accudimento
  • Contenimento emotivo da parte del partner
  • Necessità di riposo psico-fisico per recupero energie
  • Definizione dei ruoli (chi fa cosa)
  • Intimità per la nuova triade (vivere i primi momenti senza interferenze esterne: familiari)
  • Organizzazione del tempo
  • Bisogno di sostegno, esterno, per la gestione della casa e dei pasti

Cosa mi fa pensare di essere sulla buona strada? Incontrarla dopo 3 mesi e percepire che tutto accade per dare nuova forma agli eventi, alla vita… Serve solo attingere dalla fonte e cercare strumenti validi per ri-trovarsi. Luna il tuo sorriso è l’espressione della serenità che vivi.

Grazie della fiducia…

Categorie:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.